Letteratura

Jean Echenoz - Correre

E’ il romanzo su Emil Zátopek, fondista ceco che vinse tre medagli d'oro alle olimpiadi del 1952 a Helsinki: nei 5000 metri, 10.000 metri e nella Maratona, dopo aver vinto quella dei 10.000 anche quattro anni prima ai giochi di Londra. L’uomo che frantumava tutti i record. Sull’uomo che correva senza grazia, a strappi, con smorfie inguardabili; l’uomo mite e modesto che si schermiva davanti allo stupore e ai complimenti di tutto il mondo. Emil Zátopek corre, corre sempre. Anche nelle miniere d’uranio dove lo sbattono perché ha sostenuto Dubcek. Resta anche, delle pagine di Echenoz, l’immagine di Emil tornato a Praga dopo la punizione in miniera, ma privato della pensione dell’esercito che gli spettava e costretto a fare lo spazzino: ebbene quando lui passa per le vie a raccogliere la spazzatura, gli abitanti scendono per le strade a salutarlo e ad acclamarlo, portano la spazzatura al posto suo e lui corre, corre dietro il camion qualche falcata e gli altri lo incitano, come facevano un tempo. Emil è sempre il loro eroe, il podista imbattibile, la locomotiva. Una storia che ci appassiona e ci commuove.

 

 

Usain Bolt - Come un fulmine. La mia storia

È l'atleta più veloce di tutti i tempi. In questo libro, la sua autografia, Bolt si racconta senza reticenze e con la simpatia che tutto il mondo gli riconosce.
autori: Usain Bolt; Matt Allen - editore: TRE60 - 2014 - pag. 272 - € 16.00
Informazioni qui.

 

 

 

Pietro Paolo Mennea - La corsa non finisce mai

In questa biografia, scritta con il giornalista Daniele Menarini, Mennea si è aperto al pubblico per raccontare anche i retroscena della sua vita, sempre contrastata dagli uomini a capo dello sport italiano che lo portarono alla solitudine e al ritiro dalla carriera agonistica fino al 1984 quando disputò la sua quinta e ultima Olimpiade a Los Angeles.
Un libro che racconta la storia di un grandissimo atleta e soprattutto di un grande uomo che nella sua breve vita ha vinto tanto, ma non ha ricevuto i riconoscimenti che avrebbe meritato per le sue denunce contro la corruzione del mondo sportivo.

 

 

 

Pietro Paolo Mennea - 19"72 il record di un altro tempo

Pietro Mennea voleva essere veloce. Prima ha sfidato il vento, poi gli avversari, poi solo se stesso. Ed è riuscito a diventare il più grande atleta italiano di tutti i tempi. Ha corso da protagonista sulla scena mondiale per circa 20 anni in oltre 500 gare, ha partecipato a 5 Olimpiadi, battuto 2 primati mondiali, 8 primati europei, 33 record nazionali. Ma Pietro voleva essere il più veloce: nel 1979 a Mexico City, vola sui 200 metri piani in 19”72, nuovo record del mondo, rimasto imbattuto per 6.018 giorni, oltre 16 anni. Ancora oggi nessuno è riuscito ad essere più veloce di Pietro Mennea, in Italia e in Europa. La storia continua...

 

 

 

30 anni di Giro Media Blenio

30 anni di Giro Media Blenio ripercorre la storia del giro podistico, le sue gare, i suoi protagonisti, ma anche i suoi eventi collaterali. Il libro vuole ricordare le gesta indimenticabili dei tanti campioni che hanno calcato le strade di Dongio, senza però dimenticare il plotone dei "popolari", i collaboratori, il pubblico, i familiari e gli ospiti.
autore: Elia Stampanoni - editore: Associazione Giro Media Blenio - 2014 - pag. 256 - CHF 25.00

 

 

A-Z Fitness: sport, benessere, salute

Un libro ricco di immagini e consigli utili distribuiti su oltre 160 pagine, per praticare sport in un'ottica salutistica.
autore: Nicola Pfund - editore: Fontana Edizioni - 2013 - 168 pag. - CHF 30.00
Informazioni qui.